L'OLIO ESSENZIALE DI LAVANDA | proprietà e impieghi




Olio essenziale di lavanda: l’aroma che favorisce calma e relax!

Tutti conosciamo la pianta di lavanda per i suoi caratteristici fiori profumati che spesso utilizziamo per rendere più gradevoli gli odori di cassetti, armadi, scaffali e più in generale per aromatizzare in maniera naturale la nostra casa. Tra i tanti prodotti a base di lavanda, spicca senza dubbio un olio davvero “essenziale” e utile in diverse occasioni. L’olio essenziale di lavanda è tra i più amati e utilizzati anche dai meno esperti in aromaterapia, probabilmente uno tra i più conosciuti ed acquistati 

  • contro brufoli e acne: diluire con acqua e, con l’aiuto di un batuffolo di cotone, massaggiare il viso o la zona interessata; 
  • contro il mal di testa: 2 gocce sulle tempie; 
  • contro dolori mestruali diluito in crema o olio corpo sulla zona interessata; 
  • igienizzante: diluito con acqua per sciacqui gengivali o intimi
  • coadiuvante del sonno (1 gocce su federe o fazzolettino da porre sotto il cuscino); 
  • per la prevenzione dei pidocchi (alcune gocce da distribuire sul cuoio capelluto o versare 3/4 gocce sul pettine e pettinare i capelli); 
  • allontana gli insetti, in particolar modo zanzare e gli scorpioni; 
  • allieva il prurito da punture di insetti (1 goccia sulla puntura); 
  • profumazione degli abiti e antitarme: 1 goccia nell’ultimo sciacquo della lavatrice o nella caldaia del ferro da stiro o in un batuffolo di cotone da posizionare nell’ armadio; 
  • profumare la casa mettendo alcune gocce nei contenitori dell’ acqua dei termosifoni o mediante brucia essenze.

Inoltre l’olio essenziale di lavanda può essere utilizzato come  rilassante (ideale per bagno o per pediluvio), come rimedio alle scottature (diluito in crema) e come balsamico (fumenti usati per calmare la tosse o aprire i bronchi). Voi lo usate?


⭐️GUARDA IL VIDEO! ⭐️