GINGER ZENZERO | super spice! | proprietà e benefici

Questa radice aromatica purifica la bile ed elimina il muco che intasa l’apparato digestivo, per combattere anche cattiva digestione e virus





Lo zenzero ( Zingiber officinalis) è una pianta erbacea perenne originaria dell’Asia orientale. I suoi principi attivi sono presenti nel rizoma, ricco di oli essenziali, composti fenolici, cellulosa e carboidrati. Lo zenzero, sia fresco che in polvere, si è dimostrato molto efficace per combattere i problemi digestivi: facilita il passaggio del contenuto dello stomaco nell’intestino e l’eliminazione degli scarti con le feci. L’azione digestiva dello zenzero, inoltre, si completa attraverso la stimolazione della colecisti e la regolarizzazione della secrezione della bile, evitando reflussi e gastriti provocati da un eccesso di acidità soprattutto dopo un pasto molto ricco di grassi. Inoltre ha un’ottima azione anti nausea, utile a chi soffre di mal d’auto e – a piccole dosi – alle gestanti. Fresco o sotto forma di infuso combatte anche l’eccesso di secrezioni e i catarri respiratori e intestinali.
In polvere disinfiamma
La polvere di zenzero si è dimostrata efficace per la protezione della mucosa gastrica pur esplicando anche una notevole azione antinfiammatoria, comparabile a quella dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Protegge la mucosa digestiva e previene la formazione di ulcere: ne basta un pizzico su pesce, risotti, contorni e macedonie.
L’infuso disintossica
In Cina l’infuso di zenzero veniva utilizzato già migliaia di anni prima della nascita di Cristo ed ancora oggi viene impiegato dalla medicina cinese per armonizzare la digestione, per l’azione anti-nausea, contro le intossicazioni da pesci e crostacei, contro la tosse ed il catarro. Per questo, soprattutto d’inverno o quando si magia “pesante”, è bene bere un infuso di zenzero caldo.
Usata sui cibi, li “sgrassa”
In India e in Cina lo zenzero è base di numerosi condimenti per gustosi piatti di carne o pesce, per la preparazione di sciroppi, biscotti e bevande fermentate In India rientra nella composizione del curry, un miscuglio di polveri aromatiche e piccanti usato per condire pollo e riso. Aggiunto ai cibi più grassi, limita l’assorbimento dei lipidi.

Commenti